Il NAS QNAP TS451A-4G è un NAS per uso domestico e per piccole imprese che garantisce un’ottima resa con poco ingombro e prestazioni eccellenti.

Oggi ho deciso di parlarvi del mio ultimo acquisto dispendioso: il NAS QNAP TS451A 4G! Dopo un paio di mesi di utilizzo stressante ho pensato di darvi un mio parere a riguardo, sperando possiate trovare le info utili.

Per prima cosa vi segnalo questo link dove potete leggere tutte le specifiche complete; io mi limito a sottolineare solo alcune cose che ritengo più d’impatto:

  • Processore

    QNAP TS451A monta un processore Intel® Celeron® N3060 dual-core a 1.6GHz

  • HDMI

    1, risoluzione massima 3840 x 2160 a 30Hz

  • Memoria di Sistema (RAM)

    4GB di RAM SODIMM DDR3L (2 banchi da 2GB). QNAP lo segnala come aggiornabile a 8GB, ma ho appena testato l’upgrade a 16GB e FUNZIONA correttamente!

  • LAN

    2 Porte Gigabit RJ45 – Ovviamente sul retro

  • Telecomando

    Telecomandi QNAP RM-IR002 (compreso e non proprio all’altezza del resto) e telecomandi conformi MCE

  • SD Card Reader

    SD Card Reader presente sul fronte del NAS

  • Transcodifica

    Supporto a transcodifica video (240p, 360p, 480p, 720p and 1080p) in tempo reale con accelerazione hardware

  • Porte USB

    3 porte USB 3.0, 1 sul fronte e 2 sul retro

Partiamo da un dato di fatto: QNAP TS451A è un NAS e, in quanto tale, normalmente non è studiato per essere messo in bella vista in un salotto. I NAS sono strumenti di lavoro e non abbellimenti estetici o pezzi di arredamento.

Parte Frontale

Detto questo, diciamo che la colorazione bianca dona un tocco neutro all’archibugio e fa sì che sia piazzabile più o meno ovunque, ma quella banda verde acqua che circonda le porte frontali, i tasti,l i led e contraddistingue il QNAP TS451A e il TS251A… diciamo che stona un po’. Fossi stato in QNAP avrei scelto un colore diverso, magari un grigio tenue.

Sempre nella parte frontale troviamo gli slot per i 4 dischi. Grazie ad un meccanismo creato con una leva in plastica si estraggono semplicemente i vani, all’interno dei quali è possibile inserire e fissare dischi rigidi sia da 3,5 che da 2,5 pollici. (Le viti per fissare i dischi sono compresi nella confezione di acquisto).

Tutte le operazioni – ad eccezione dell’upgrade della RAM – si fanno con velocità, sicurezza e semplicità. Chiunque sarà in grado di collegare il NAS, inserire i dischi e configurare tutto e, per ogni eventualità, potete chiedere qui nei commenti!

Parte Posteriore

Sulla parte posteriore del QNAP TS451A sono presenti tutti i nostri begli attacchi, facilmente raggiungibili e distaccati il giusto l’uno dall’altro.
Noterete immediatamente la feritoia della ventola, le prese USB 3.0 (distinguibili dalla colorazione blu), le due porte di rete RJ45, l’attacco HDMI, e i due classici spinotti per collegare casse e microfono (quest’ultimo, francamente, un po’ inutile…).

Pareri personali

Il QNAP TS451A – cubotto bianco – io l’ho posto in bella mostra in soggiorno, collegato in rete e passa quasi inosservato (non che mi importi molto) e le dimensioni contenute aiutano a non farlo risaltare eccessivamente. Personalmente, come già detto, l’unica nota che stona un po’ è la banda verde acqua che salta un po’ troppo all’occhio, ma… pazienza.

I punti più importanti del TS451A sembrerebbero tutti quelli già elencati, ma credetemi, c’è molto di più! Vediamo insieme quello che posso farvi scoprire…

Partiamo dalle uniche due (a mio avviso) note dolenti:

  • Il telecomando. Premettendo che non utilizzo molto la funzione diretta di Mediacenter del NAS (cioè non ho neppure collegato il NAS via HDMI al televisore, se non per provarlo brevemente) e preferisco sfogliare le cartelle direttamente dal televisore, c’è da dire che il telecomando è IRDA e non bluetooth e questo è già un peccato, ma anche la costruzione sembra sia un oggettino da 2/3 euro. È un oggetto che, francamente, dimenticherete molto velocemente.
  • La transcodifica dei file a 1080p mette seriamente in crisi tutto il NAS. Migliora sensibilmente tutto effettuando l’upgrade di RAM, ma i limiti del processore sono evidenti.

Ora passiamo alle caratteristiche che mi fanno amare da morire questo QNAP TS451A:

  1. È a 4 bay, quindi – grazie a 4 dischi – supporta il RAID 5 e 10 che sono ciò che volevo! (QUI la best practice di QNAP e una tabella riepilogativa di come funzionino le varie tipologie di RAID;
  2. Ha una comodissima Download Station!
  3. Gestione dei backup integrata tramite software e, soprattutto, supporta Time Machine!
  4. Virtualization Station (funzione meravigliosa!)
  5. Browser Station (chicca!)!
  6. Comodità di sfogliare tutta la propria libreria multimediale semplicemente cercando i file via samba, ftp, ecc.

Procediamo un po’ per volta e analizziamo i punti principali del TS451A

Iniziamo dicendo che l’hardware del QNAP TS451A è di tutto rispetto per un NAS. La CPU Intel® Celeron® N3060 dual-core a 1.6GHz (a basso consumo energetico) riuscirà a compiere tutte le operazione che si richiedono ad un NAS e anche oltre.

QTS è un sistema operativo fantastico, che viene aggiornato regolarmente e che sistema eventuali bugs o aggiunge funzionalità di volta in volta. Nel momento in cui correggo questa recensione, siamo arrivati alla versione 4.3.4.0483 rilasciata il 13.02.2018.

Il supporto a 16GB di RAM è una chicca esclusiva che vi consentirà di sopperire a molte operazioni, anche professionali, con estrema flessibilità; trasformerà facilmente il QNAP TS451A in una macchina che sopperirà ad ogni vostra esigenza.

Che sorpresa!

Ora, però, vi evidenzio quelle funzioni che mi hanno stupito positivamente e hanno fatto sì che io abbia potuto rimpiazzare il mio vecchio server di sviluppo e anche il mio multimedia center. Ho detto server perché avevo una macchina che utilizzavo come server di sviluppo per WordPress e anche come muletto per i miei test capricciosi e di scoperta dell’ignoto.

1. Supporto al RAID. Nel mio caso ho avevo scelto un RAID 5 (ho deciso di eliminare due dischi che erano vecchi e sono, per ora, con la configurazione a 2…) perché mi basta per ciò che riguarda il mio caso, però… se avete intenzione di utilizzare questo NAS solo come multimedia center – eccetto essere un po’ eccessivo – potete tranquillamente optare per un RAID 0, quindi utilizzare TUTTO lo spazio a disposizione, senza alcuna tolleranza di errore; cioè se si brucia un disco… addio dati. Però il fatto che questo NAS gestisca così bene il RAID è segno che è studiato anche per un utilizzo più professionale e ci permette di farne un uso più professionale.

 Se avete intenzione di acquistare un NAS, NON risparmiate sugli hard disk. Perfetti i Western Digital RED, gli altri… lasciateli perdere.

2. Favolosa la download station (disponibile nel QNAP App Center)! Sostanzialmente è una piccola applicazione che vi consente di gestire i download direttamente sul NAS. In caso dobbiate scaricare – ad esempio – un software voluminoso da un sito e non volete lasciare attivo il vostro PC, vi basterà incollare il link al file da scaricare nella download station e al resto penserà il NAS, in totale autonomia. Al termine del download troverete il file nella cartella che avete configurato.

Altra nota estremamente positiva è il download di torrent. Grazie ad un client integrato nella download station, con tanto di motore di ricerca, anch’esso integrato, che consente ricerca e download di torrent direttamente dalla download station.Per me che scarico tutte le distro Linux, questa è una funzione comodissima! Avviate la download station, inserite la parola da ricercare nel motore e… avviate il download, una volta trovato il risultato che cercavate. Come sempre, al termine del download, troverete la vostra *iso all’interno della solita cartella scelta…

3. Per quanto riguarda questo punto vorrei soffermarmi su una cosa che mi ha reso veramente felice: il supporto a Time Machine! Basta andare nelle impostazioni del NAS, attivare l’opzione dedicata e poi dal vostro MAC cercare il percorso di rete… et voilà! Tutto qui? Si! Una volta selezionato il disco dal vostro MAC avrete backup continui, automatici e via rete, senza dover fare nulla!

5. (No, non sono stupido, il punto 4 lo lascio volutamente per ultimo… :P) La browser station è un’altra funziona comoda e intelligente. Sostanzialmente vi consenti di creare N browser (Chrome) che saranno eseguiti sul NAS invece che sul vostro PC. Comodità? Beh, immaginate di iniziare una navigazione, una modifica di qualcosa e non dover chiudere il browser, ma spostarsi in un altro posto e proseguire semplicemente collegandosi al browser aperto sul NAS! Oppure, altra utilità: avviate un download da un sito che richiede autenticazione e, invece che lasciare acceso il PC, potrete comodamente lasciare la browser station avviata con il download in corso!

6. Ok, questa è scontata, ma la comodità di raggiungere il NAS dal televisore e sfogliare i miei vecchi filmati, tutti salvati nello stesso posto, non ha prezzo! Anche perché… i filmati aumentano e qui lo spazio è facilmente aumentabile!

Ma… arriviamo alla mia funzione preferita in assoluto: la Virtualization Station del QNAP TS451A!

Cos’è? Beh, questo è semplice: è la funzione che consente di virtualizzare macchine direttamente sul NAS!

Facciamo un esempio semplice e concreto.

Ho avuto la necessità di virtualizzare un server centOS per effettuare alcuni test. A casa ho un PC Linux, un notebook Windows, un iMAC e un Mac Book Pro. Viene da se che per comodità e potenza lo avrei fatto utilizzando il mio iMAC, ma… si avvia la Virtual Station, si installa il sistema operativo e la macchina virtualizzata sarà raggiungibile tramite browser da qualunque pc! Più comodità di questa! E, nel caso di una virtualizzazione di Windows, si avrà a disposizione anche il RDP pronto subito, al termine dell’installazione.

Facciamo un esempio ancora più pratico.

Tra le tante applicazioni disponibile nel QNAP STORE esiste anche WordPress che, ovviamente, vi consente di installare WordPress su NAS e renderlo disponibile in rete; ottimo e funzionale per fare test o modifiche in locale e poi… upload in «produzione»! Volete, però, mettere la bellezza di creare un intero server Linux o Windows e fare i test su una macchina condivisa e raggiungibile da ogni PC?!

Credo che, tuttavia, l’esempio più comune sia quello di creare una macchina virtuale (prendiamo ad esempio una macchina Windows 7 – più che altro perché è quella che ho virtualizzato io per necessità mie…) e salvarla in modo da poter effettuare modifiche, test, e qualunque cosa, senza nessun rischio. Avete distrutto la vostra installazione perché avete pasticciato il registro di sistema? Nessun problema, la ripristiniamo in un attimo!
Ovviamente questa è solo una delle decine di possibilità che potrete sfruttare.

Le mie personali conclusioni sul QNAP TS451A. Spero di potervi aiutare in una scelta e in acquisto sicuramente dispendioso, ma altrettanto soddisfacente.

Partiamo da una domanda semplice e cioè: per quale scopo utilizzerete questo NAS?

Se la vostra intenzione è quella di avere un multimedia center da salotto e, nel contempo, un po’ di spazio di archiviazione aggiuntiva, allora vi consiglio di valutare quanto spazio vi occorre ed, eventualmente, optare per il modello da 2bay. Personalmente non giustifico i soli 114€ di differenza (nel momento in cui correggo questo articolo) per avere un NAS con spazio per due dischi in meno…

Se, invece, avete necessità di più spazio, un NAS per i backup dei vostri PC e smartphone e l’archiviazione di documenti con un rischio minimo di perdita di dati… allora questo modello a 4 bay QNAP TS451A è la scelta migliore che possiate compiere oggi.

In ogni caso, qualunque sia la vostra scelta, credetemi che rimarrete entusiasti del vostro acquisto e potrete godervi un po’ di tecnologia ad un prezzo giusto e con un’elevato numero di funzionalità importanti e interessanti.

Link per gli acquisti

362,60€
391,11
disponibile
20 nuovo da 359,90€
Amazon.it
649,90€
disponibile
2 nuovo da 649,90€
Amazon.it
590,58€
disponibile
4 nuovo da 590,58€
Amazon.it
98,99€
147,00
disponibile
85 nuovo da 98,99€
3 usato da 92,06€
Amazon.it
144,91€
disponibile
21 nuovo da 124,90€
4 usato da 127,30€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 14 Dicembre 2018 22:37
Un po’ di domande comuni che vengono poste dagli utenti, con le risposte corrette.

I dischi sono inclusi?
Assolutamente NO! Il link che trovate qui è quello del SOLO NAS.

Si perde la garanzia sostituendo la RAM?
NO! QNAP dice che l’operazione è effettuabile da ogni utente.

Ha la Wireless?
NO! Si può comprare a parte un modulo da utilizzare, ma su un NAS NON ha senso. Non è un mini PC, ma un apparato di stoccaggio di dati in rete.

Posso acquistare il modello da 4 bay e usare solo due dischi, per il momento?
Certamente! Puoi usare solo due dischi e decidere di aggiungerne altri due in seguito, oppure uno tra 6 mesi e uno dopo ulteriori 6 mesi.

Collegandolo al televisore posso utilizzarlo come browser, guardare Netflix e Youtube?
SÌ! Ha una funziona denominata HybridDesk Station che consente di installare quelle applicazioni (disponibili sullo store) che andranno a popolare un desktop disponibile proprio via HDMI. Sarà possibile installare Chrome e navigare come fosse un PC normale (con Tastiera e Mouse Bluetooth oppure tramite l’applicazione disponibile per iOS e Android), di conseguenza puoi anche collegarti al tuo account Netflix.

È comandabile da remoto?
SÌ! Puoi utilizzare le applicazioni (sono presenti i link qui sotto) per smartphone oppure aprire le porte del tuo router, configurare il port forwarding e, se hai un indirizzo IP pubblico, puoi collegarti da qualunque browser nel mondo.
Tramite le applicazioni per smartphone puoi fare praticamente tutto, come se fossi a casa, davanti al tuo PC!

Applicazioni per iOS

Qmanager
Qmanager
Price: Free
Qfile
Qfile
Price: Free
Qremote by QNAP
Qremote by QNAP
Price: Free

Applicazioni per Android

Qmanager
Qmanager
Developer: QNAP
Price: Free
Qfile
Qfile
Developer: QNAP
Price: Free
Qremote
Qremote
Developer: QNAP
Price: Free
 Solo qualora siate fiduciosi e, soprattutto, tranquilli, allora procedete autonomamente all’upgrade della RAM. Seguite il video qui sotto per procedere…

9.2
Voto

Pro

  • Qualità costruttiva generale
  • Funzionalità
  • Silenziosità (Dischi esclusi)
  • Specifiche Hardware
  • Espandibilità
  • Rapporto Qualità/Prezzo

Contro

  • Telecomando
Qualità costruttiva
8.8
Funzionalità
9.5
Silenziosità
9
Specifiche hardware
8.8
Espandibilità
10

Verdetto finale

Tanti pro, ma quelli che spiccano, in assoluto, sono: Qualità costruttiva generale ottima Funzionalità molte e tutte precise e perfettamente funzionanti Espandibilità eccellente grazie ai 16GB di RAM supportata Aggiornamenti costanti Silenziosità ottimaGli unici lati negativi che ho riscontrato, invece, sono: Telecomando non all'altezza Colorazione... così così