Quali porte vanno aperte per la Remote Assistance?

In Guide, Microsoft by Roberto0 Comments

Se non sapete cosa sia la Remote Assistance di Windows, vi faccio un veloce riepilogo. E’ di fatto una versione rivista da Microsoft di TeamViewer (qui l’articolo su TeamViewer), il migliore software RDP esistente sul mercato, sia in ambito personale che professionale.
Sostanzialmente, per riassumere brevemente, la Remote Assistance (come dice il nome) consente di fornire assistenza remota ad un utente che si trovi in difficoltà su qualcosa.
A differenza di un semplice RDP, la Remote Assistance consente di collegarci in remoto ad una postazione, facendo si che l’utente finale possa vedere cosa facciamo e, soprattutto, è interattiva, consiste cioè nell’inviare un invito di assistenza e attendere un OK da parte dell’altra persona.

Chiunque utilizzi – in ambito professionale – la remote Assistance di Windows, è quindi conscio di quanto possa essere utile e funzionale.

Ma… una domanda sempre utile è: “Quali porte occorre aprire su un firewall per consentire alla RA di funzionare correttamente?”

Allora eccovi un riepilogo comodo comodo salvato tempo fa da una pagina Microsoft (che ora non trovo più):

[sociallocker][su_quote cite=”Microsoft”]Windows 8 to Windows8, Windows 7 to Windows 7, Windows 7 to Windows Vista, or Windows Vista to Windows Vista Dynamic ports allocated by the system in the range TCP/UDP 49152-65535 Windows 7 to Windows XP or Windows Vista to Windows XP Port 3389 TCP (local/remote) In addition, the Offer RA via DCOM scenario uses port 135 (TCP).[/su_quote][/sociallocker]

Una cosa fondamentale: per comodità, createvi un batch file che contenga questo comando: msra.exe /offerRA
Questo semplice comando, farà si che parta la finestra di Remote Assistance in cui basterà inserire il nome della macchina (se nello stesso dominio – o configurata a livello DNS) o l’indirizzo IP.