Tastiera meccanica Keychron K2: che spettacolo!

ATTENZIONE
Il contenuto che state per leggere NON è in alcun modo sponsorizzato. Questo articolo è scritto sulla base di esperienza personale, a seguito di un acquisto personale.

Tastiera meccanica Keychron K2: a cosa serve?

Tastiera meccanica Keychron K2

Beh, credo ci sia poco da dire, sto parlando di una tastiera meccanica. Se vi piacciono le tastiere meccaniche, sicuramente sapete di cosa parlo, ma qualora non lo sapeste, vediamo di riassumere…

La maggior parte delle tastiere in vendita, fino a poco tempo fa, erano in prevalenza tastiere a membrana, la corsa dei tasti è ridotta e alla pressione del tasto, una membrana viene spinta verso il basso e chiude un circuito su una scheda stampata, in un preciso punto.

Il feedback al tatto è ridotto, ossia i tasti non hanno una “resistenza” alla pressione.

Al contrario, invece, le tastiere meccaniche sono l’esatto opposto. Ad ogni tasto corrisponde quello che viene chiamato “switch”, ossia un microinterruttore. Gli switch sono indipendenti l’uno dall’altro e possono, inoltre, offrire un feedback diverso in base alla tipologia.

La tipologia di “click” o feedback varia in base al modello di switch scelto. Nel caso della Keychron le tipologie sono:

Tastiera meccanica Keychron K2

Tastiera meccanica Keychron K2: come si collega?

La Keychron K2 si collega sia via Bluetooth, sia via cavo, indipendentemente dal fatto che il sistema operativo sia Mac OS oppure Windows. Può gestire tranquillamente 3 dispositivi collegati e per switchare da un dispositivo all’altro è sufficiente premere due tasti (fn+1/2/3).

Sulla sinistra della tastiera sono presenti due semplici e piccolissime levette (oltre alla presa USB Type C per ricaricare e connessione), che permettono una di selezionare il sistema operativo (Mac OS o Windows) e l’altra di selezionare se utilizzarla via cavo o via Bluetooth (oltre ad avere una posizione per spegnere la tastiera).

Io la sto utilizzando prevalentemente via Bluetooth, visto che grazie alla sua batteria integrata da 4.000 mAh riesce a garantire un funzionamento duraturo.

UNBOXING KEYCHRON K2

Tastiera meccanica Keychron K2: quali funzionalità offre?

Come detto, la Keychron K2 è una splendida tastiera meccanica, che offre un po’ di cose:

  • È retroilluminata e RGB ed offre un buon numero di effetti visivi RGB (più sotto il video).
  • Funziona perfettamente sia su Windows, così come Mac OS e potete selezionare il sistema operativo tramite una “slitta” presente sul lato sinistro (prima immagine qui sotto, in galleria);
  • È bluetooth, ma può anche essere utilizzata tramite cavo USB Type C, compreso in confezione, e tutto è comandabile tramite una seconda “slitta”, presente sempre sulla porta sinistra della tastiera (potete vedere sempre nella prima immagine in galleria, qui sotto);
  • Contiene switch di ricambio, con “pinza” per l’estrazione, qualora si voglia utilizzarla con Windows invece che con Mac OS, visto che di default arriva configurata per Mac OS, quindi con il tasto command, option, ecc. (Potete vedere gli switch di ricambio nella terza immagine qui sopra);
  • La batteria interna è di tutto rispetto, da ben 4.000 mAh e garantisce un lungo utilizzo (Seconda immagine qui sotto, in galleria)
  • Ha la possibilità di essere inclinata fino a 9°, in modo che la parte superiore – ovviamente – sia più alta rispetto a quella inferiore, il che aumenta la comodità (Prima immagine in galleria, sempre qui sotto).

KEYCHRON K2 FUNZIONALITÀ

Tastiera meccanica Keychron K2: come si configura?

La prima configurazione è semplicissima, ossia accendetela posizionando la prima delle levette (a sinistra) su BT o Cable (ovviamente qualora vogliate utilizzarla via cavo andrà posizionata su Cable e BT per utilizzarla via bluetooth); successivamente posizionate la seconda levetta su Windows o Mac per selezionare il sistema operativo.

Qualora la vogliate utilizzare via cavo, avrete finito, mentre per utilizzarla via bluetooth basterà tenere premuti contemporaneamente il tasto fn+1 (per selezionare la prima delle 3 posizioni disponibili per altrettanti device) per 4 secondi, poi cercare un nuovo dispositivo bluetooth dal vostro PC.

Tastiera meccanica Keychron K2: la prova

La sto utilizzando incessantemente da quando mi è arrivata e posso dirvi che è fantastica. Il feedback che restituisce è perfetto e la digitazione è scorrevole e comoda (la sto utilizzando anche per scrivere questo articolo).

Io la uso solo su Mac OS, ma l’ho testata su Windows, dove però ho deciso di continuare ad utilizzare la Logitech Craft. Ho scelto gli switch “brown” perché avevo già avuto tastiere meccaniche e – fino ad oggi – sono quelli con i quali mi trovo meglio, soprattutto per la scrittura.

Gli effetti grafici RGB sono fantastici e ce ne sono veramente molti (a seguire un breve video per farveli vedere) e i tasti funzionali – su Mac OS – funzionano tutti alla perfezione (volume, luminosità, play, ecc.).

Ripeto: a me piace da morire e mi ci trovo da Dio a scrivere, il feedback che restituisce è proprio quello che cercavo. Non mi lamento della Craft, tutt’altro, ma questa mi ha veramente fatto innamorare.

Tastiera meccanica Keychron K2

Riproduci video

Tastiera meccanica Keychron K2: limitazioni

TL’unica limitazione che ho trovato, fino ad ora, è il fatto che il layout sia disponibile solo in versione USA. Questo vi consente due scelte:

  1. Potete lasciare il layout italiano impostato sul PC, ma in questo caso dovrete ricordarvi molto bene – a memoria – dove sono posizionati eventuali tasti (lettere accentate in primis)
  2. Potete selezionare il layout USA sul vostro PC, ma in questo caso dovrete cercare le lettere accentate…Io ho lasciato il layout italiano sul PC e vado a memoria, anche se fino ad ora non ho trovato la pipe… :(

Tastiera meccanica Keychron K2: quanto costa?

La tastiera meccanica Keychron K2 è disponibile sul sito ufficiale di Keychron e parte da 69$ per arrivare a 89$, nella versione che ho acquistato io.

Questo è un link diretto alla tastiera, con un coupon sconto (già applicato) del 10%, gentilmente offerto da Keychron.

Tastiera meccanica Keychron K2: in conclusione

L’unica conclusione alla quale mi sento di arrivare è quella di consigliarvi caldamente questa splendida tastiera meccanica, a patto che vi piacciano le tastiere meccaniche e che non vi importi di utilizzare il layout americano. Scusate, quasi dimenticavo un ulteriore particolarità: non c’è tastierino numerico, di conseguenza risulta essere una tastiera essenziale e compatta (vi lascio – qui sotto – una foto paragone con la Logitech Craft).

Tastiera meccanica Keychron K2
Pro
  • Qualità generale e feedback
  • Ha retroilluminazione ed effetti RGB
  • Funziona sia su Windows che su Mac OS
  • Funziona sia via bluetooth che via cavo
  • Ha una batteria ad alta capacità integrata
  • Porta USB Type C
Contro
  • Peccato per la mancanza del layout italiano

Qui sotto troverete due video: il primo è una clip YouTube da ascoltare, con il sound dei vari switch…; il secondo è un video “Setup Tour 2020” di Marques Brownlee (credo che lo conosciate tutti, quindi non mi dilungo oltre) dove semplicemente mostra il suo setup e in questo setup fa capolino la Keychron K2… :)