Ottimizzare immagini e ridurne le dimensioni? Un gioco da ragazzi, su Mac, con ImageOptim!

Oggi ho deciso di parlarvi di un software fantastico e gratuito che permette velocemente e facilmente di ottimizzare immagini.

Ora, voi chiederete: [intense_blockquote font_color=”#ff0000″] perché ottimizzare delle immagini? [/intense_blockquote]

Beh, ci sono decine di motivi! Ad esempio?

Pensate per esempio di dover inviare una decina di immagini a qualcuno, via mail, e di non poter creare un archivio compresso perché la persona che le riceve le visualizzerà da smartphone; oppure di doverle pubblicare sul web (ad esempio su una pagina di un sito, all’interno di un articolo…) o ancora di volerne tenere una versione ottimizzata salvata su smartphone invece che conservare l’originale e occupare spazio che può essere ridotto.

Ad esempio, posso dire che è fondamentale nei post che contengono molte immagini, come ad sempio, questo

Vorrei, però, porre l’attenzione su una cosa: [intense_alert color=”#eb891c”] ottimizzare NON significa – necessariamente – perdere in qualità! [/intense_alert]
Ma voi potreste ribattere: “non è vero!”

E visti i potenti mezzi tecnologici di cui dispongo… giudicate direttamente voi, con il raffronto (della stessa immagine) qui sotto, a fondo articolo.

Come potete vedere dal confronto qui sopra, ottimizzare immagini non significa perdere di qualità o rovinare un’immagine. Semplicemente, ottimizzare immagini significa ridurne la dimensione a discapito di una irrilevante perdita qualitativa.

In conclusione: scaricate ImageOptim che è gratuito e perfettamente funzionante e utilizzatelo come meglio credete.

[cq_vc_compareslider images=”26492,26493″ autoslide=”3″ menus=”TED Immagine Reale,Ted Immagine compressa”][slidedesc] TED 3,4 MB [/slidedesc]
[slidedesc] TED 1 MB [/slidedesc][/cq_vc_compareslider]